Spesa healthy? Occhio alle “bufale”!

01

Nel 2019 “mangiare sano” è diventato un imperativo categorico: siamo tutti più attenti a ciò che mangiamo (e acquistiamo) e i governi europei sono i primi a promuovere una sana e corretta alimentazione con l’obiettivo di migliorare la salute della popolazione.

IL CASO

Nei giorni scorsi la British Dietetic Association ha puntato il dito contro i principali supermercati britannici – Testo, Morrisons e Sainsubury’s –, colpevoli di aver inserito nella loro selezione di prodotti salutari alimenti che contengono altissimi livelli di sale, zucchero e grassi saturi. Tra questi ci sono diversi cibi vegani e vegetariani: non sempre infatti l’alimentazione vegan friendly è più sana. Spesso i cibi a base vegetale sono più processati di altri e contengono sale e zucchero in grandi quantità.

ATTENZIONE ALLE FAKE NEWS

Come difendersi dalle “bufale” sul cibo? Se da un lato i supermercati devono essere i primi a offrire informazioni chiare e corrette sulle caratteristiche degli alimenti, anche noi quando facciamo la spesa dobbiamo preoccuparci di verificare l’etichetta dei prodotti, imparando a riconoscere i “falsi sani”: non basta infatti controllare le calorie, ma bisogna verificare anche i livelli di zuccheri e sale, che possono essere dannosi per la nostra salute.

LE INDICAZIONI DELL’OMS

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la dose giornaliera massima di zucchero che possiamo consumare senza rischi è pari a 25 gr (5 cucchiaini); per quanto riguarda il sale, l’Oms raccomanda il consumo di 5 gr al giorno;  infine, adulti e bambini dovrebbero consumare al massimo il 10% delle loro calorie giornaliere in forma di grassi saturi da carne e burro.

E IN ITALIA?

Secondo una ricerca condotta da Coop e Nomisma, il nostro Paese detiene il primato in Europa per quanto riguarda l’attenzione all’acquisto. Il 70% degli intervistati si dichiara disponibile a pagare di più per un prodotto con maggiore contenuto qualitativo, il 71,4% è sensibile al tema delle etichette alimentari e il 54% le legge in modo approfondito; il 40% si informa sul cibo perché teme le frodi e il 54% ha un’attenzione costante alla salute nella spesa quotidiana.

Tra i nostri primati nel continente abbiamo anche quello per la preferenza di prodotti biologici e di origine locale, con un’incidenza tra il 40% e il 70% dei consumatori. 

Noi di Rose&Mary ci teniamo alla tua salute! Per questo promuoviamo da sempre uno stile di vita sano, a cominciare dall’alimentazione.  Tutti i nostri piatti sono studiati dalla nostra nutrizionista per garantire una dieta equilibrata, buona e sana: le nostre ricette sono gluten free (quindi adatte anche a chi soffre di intolleranze), prive di zuccheri e farine raffinate e utilizzano soltanto ingredienti freschi di prima qualità. La nostra filosofia è davvero healthy, proprio come i piatti che cuciniamo per te ogni giorno!

Share: Facebook Twitter Google+