Blue Monday? Non ti temo!

Bluemanoday

Se stamattina ti sei alzato con la luna più storta del solito non c’è da preoccuparsi: sei in buona compagnia! Oggi è il famigerato Blue Monday, il giorno più triste dell’anno.

Secondo una formula pseudo-matematica elaborata nel 2005 dallo psicologo britannico Cliff Arnall, infatti, il terzo lunedì di gennaio il nostro malumore subisce un’impennata: colpa del freddo e delle poche ore di luce, ma anche delle vacanze ormai lontane e del peso dei buoni propositi sulla nostra psiche.  

Non è il caso però di cedere allo sconforto! Per combattere i pensieri negativi, il cibo può essere un ottimo alleato: alcuni ingredienti, infatti, sono in grado di stimolare la produzione di endorfine nel nostro cervello e di farci sentire immediatamente più felici ed energici. 

1. Cacao e cioccolato fondente

È il cibo della felicità per eccellenza! Merito del triptofano (un amminoacido essenziale che stimola la produzione di serotonina, meglio nota come ormone del buonumore) e della  teobromina, che stimola il rilascio di endorfine e ti fa sentire subito più allegro e pieno di energia. 


2. Peperoncino
Un pizzico di peperoncino può risollevare la tua giornata: questa spezia piccantenon solo attiva il rilascio di adrenalina e endorfine, ma riattiva anche il metabolismo e ha un interessante potere afrodisiaco… 


3. Carboidrati
Diciamo la verità: anche i carboidrati sono degli ottimi alleati del buonumore. Se però preferisci evitare pasta e pane, scegli altri alimenti che ne sono ricchi, come i legumi e i cereali integrali. Così stimoli l’allegria senza mettere a rischio la linea!


4. Verdure a foglia verde
Le verdure a foglia verde - come spinaci, lattuga, cavolo verde, broccoli, cime di rapa – contengono alti livelli di acido folico, che aiuta il cervello a produrre la dopamina, una sostanza chimica che ti fa sentire meno teso e più felice. In più sono un toccasana per la salute, quindi puoi mangiarne quante ne vuoi!


5. Tutti i tuoi cibi preferiti

Tutti i nostri piatti preferiti hanno il potere di farci sentire subito felici e appagati. Hanno infatti un potere calmante sul nostro sistema nervoso e rappresentano una gratificazione immediata, una “coccola” che fa bene allo spirito. Ecco perché quando sei giù di morale puoi concederti qualche peccato di gola, ma senza esagerare! 

Vuoi dare una svolta a questo “lunedì blu”? Dai un’occhiata al nostro menu e ordina subito i tuoi piatti preferiti. Così l’umore risale e tu rimani in forma con gusto!

Share: Facebook Twitter Google+

Dieta “senza”: cosa vuol dire?

Odd

Vegani e vegetariani, crudisti e paleo, “pescetariani” e onnivori. Come si dice: “il mondo è bello perché è vario” e ognuno è libero di scegliere il tipo di alimentazione che preferisce. Sempre, però, tenendo d’occhio la salute! 

Negli ultimi anni abbiamo assistito al dilagare delle diete “senza”: al principio fu “senza zucchero”, poi arrivò il senza coloranti e senza conservanti, senza lattosio e senza olio di palma, senza glutine, senza grassi idrogenati, senza ogm e chhi più ne ha, più ne metta. L’ultima tendenza è addirittura la “carne senza carne” (ne abbiamo parlato qui!). 

I dati dell’alimentazione “free from”

Secondo l’Osservatorio Immagino, a cura di Nielsen e GS1 Italy, nel 2017 in Italia sono stati registrati acquisti per quasi 7 miliardi di euro di prodotti che riportano nell’etichetta le varie diciture “free from”, ovvero “privi di”, “senza” o “con pochi”, con una crescita del 2,3% rispetto al 2016. Un’analisi dell’Istituto Ixè evidenzia inoltre che il 74% degli italiani acquista prodotti che sono privi di un qualche tipo di componente. 

Come scegliere? 

Come orientarsi in questo grande mare di tendenze e prodotti? Noi ci affidiamo ai consigli di Mary, la nostra nutrizionista. 

Regola numero uno: evita le mode alimentari. Non ha senso eliminare dalla propria dieta un certo ingrediente soltanto per “sentito dire”. Al contrario, è importante informarsi sulla reale  composizione nei cibi che mangiamo, leggendo l’etichetta e preoccupandoci della provenienza e dei metodi di produzione. 

Regola numero due: impara ad ascoltare il tuo organismo. Gli unici casi in cui è davvero indispensabile eliminare o ridurre il consumo di determinati alimenti è in presenza di patologie come la celiachia (intolleranza al glutine), allergie o altri problemi di salute. A volte, invece, può essere utile sospendere temporaneamente il consumo di alcuni cibi per alleviare i sintomi di intolleranze specifiche. Se sospetti di soffrire di allergie o intolleranze devi rivolgerti a un medico o a un altro professionista della nutrizione per ottenere una diagnosi corretta e stabilire quale sia la giusta alimentazione da seguire. 

Regola numero tre: “è la dose che fa il veleno”. In altre parole: si può mangiare (quasi) tutto, ma senza eccedere nelle quantità. Per avere una dieta sana ed equilibrata è importante variare costantemente i cibi e scegliere sempre ingredienti di qualità, privilegiando frutta e verdura, legumi e cereali integrali, carne e pesce (senza esagerare). 

La filosofia di Rose & Mary

Rose & Mary ha scelto di seguire la filosofia del clean eating, un’alimentazione pulita e sana che fa bene alla salute ed è adatta anche a chi soffre di intolleranze alimentari. Per questo, tutti i nostri piatti sono:

  • privi di glutine: quindi più leggeri e consigliati anche ai celiaci;
  • privi di zuccheri raffinati: l'Organizzazione Mondiale della Sanita'  ha riconosciuto lo
    zucchero raffinato come una delle cause principali di gravi patologie come diabete, malattie cardiovascolari e obesità. Tantissimi sono gli studi a supporto a livello mondiale, come ad es quello della dottoressa Nancy Appleton, autrice del libro Lick the Sugar Habit, che ha stilato una lista di ben 77 danni che lo zucchero può causare alla nostra salute. Per questo abbiamo scelto di eliminare lo zucchero raffinato, cosi' come le farine raffinate, da qualsiasi nostra ricetta
  • privi di cibi trattati: selezioniamo solo ingredienti freschi e naturali e li prepariamo privilegiando tecniche di cottura light, che mantengono intatte le proprietà nutritive degli alimenti senza appesantirli. Per aiutarti a scegliere in modo consapevole, indichiamo in ogni ricetta tutti gli ingredienti e gli allergeni presenti.

Il risultato è una cucina buona e sana, che fa bene al corpo e alla mente. Provare per credere!

Share: Facebook Twitter Google+

I food trend del 2019

Cover

Il 2019 è appena iniziato (a proposito: felice anno nuovo!) e noi già ci chiediamo cosa e come mangeremo nei prossimi 365 giorni… In fondo siamo italiani e il cibo, si sa, è la nostra principale preoccupazione! Vuoi sapere cosa ci aspetta in questo nuovo anno? Ecco cinque food trend che saranno protagonisti del 2019, naturalmente all’insegna del cibo healthy (come piace a noi!).
 
1. La carne senza carne

Ha la consistenza, il profumo, il sapore e perfino l’aspetto della carne: ma è fatto al 100% con le piante. La “carne vegetale” negli Stati Uniti è già un fenomeno, mentre in Italia è arrivata da poco con l’apertura a Bologna di Beyond Burger, il primo fast food che vende solo hamburger a base di proteine vegetali. L’obiettivo è offrire un’alternativa alle proteine animali che piaccia anche ai carnivori e sia al tempo stesso più sostenibile. Ne vedremo delle belle!

2. Home sweet home

Nel 2019 mangeremo di più a casa: lo rivela la società di consulenza per la ristorazione Baum + Whiteman. Il motivo? I prezzi salati dei ristoranti, la grande attrattiva di Netflix & co. e soprattutto l’esistenza di favolosi food delivery che ti svoltano la serata in un attimo… come Rose&Mary ;)  

3. I love veggies

Fate largo alle verdure sulla vostra tavola! Sempre più persone scelgono una dieta prevalentemente a base vegetale per motivi etici e di salute. Si chiamano reducetariani, o anche flexitarian (ne abbiamo già parlato qui) e sono destinati a crescere. Anche i ristoranti si stanno adeguando, puntando su menu vegan friendly.

4. Zucchero? No grazie

Il 2019 sarà anche un anno sugar free. Secondo la catena di alimentari Kroger, quasi la metà degli americani vuole consumare meno zucchero ed è motivato a ridurlo o eliminarlo. No agli zuccheri aggiunti, sì ai dolcificanti naturali alternativi come, per esempio, il miele di zagara e lo sciroppo d'agave o d'acero.

5. Healthy drink

Ormai è noto, le bevande alcoliche non sono alleate della salute. La buona notizia è che i mixologist di tutto il mondo si stanno dando da fare per inventare drink analcolici che siano buoni e sani. Protagonisti gli ingredienti naturali, come lime, arancio, bergamotto e yuzu. Noi che siamo avanti ci avevamo già pensato… hai mai provato i drink di Rose&Mary?

Sicuramente il 2019 ci riserva molte altre belle sorprese… La prima è il nostro nuovo menu, in arrivo subito dopo la Befana più buono e healthy che mai! Stay tuned!

Share: Facebook Twitter Google+